di Fiorenza Lombardi – @FiorenzaLombar1 Quando nel 1999 lo studente americano Casey Fenton acquistò un biglietto aereo per Reykjiavik, invece che prenotare una stanza d’albergo contattò via mail centinaia di studenti islandesi, sperando in qualcuno che gli offrisse ospitalità. In 24 ore ricevette circa 100 risposte positive….