Ho passato un periodo della vita a stretto contatto con un gruppo di quelli che io chiamo nerd veri. Un po’ come Penny in The Big Bang Theory, mi sono immersa in un mondo quasi totalmente sconosciuto, fatto di iconici personaggi di fantasia, citazioni, caccia ai bug e l’eterna lotta Playstation vs Xbox.  Mentre una sera guardavo qualcuno giocare a un videogame, o scoperto che al mondo ci sono migliaia di persone che fanno esattamente la stessa cosa, solitamente pagando, su una piattaforma che si chiama Twitch

Excited The Big Bang Theory GIF by CBS - Find & Share on GIPHY

Com’è nato Twitch?

Twitch.tv nasce nel 2011 da un’idea di Justin Kan. Il prode justin nel 2005 era partito con la sua Justin TV, canale in cui faceva vedere in diretta streaming tutto ciò che gli accadeva, attraverso una videocamera che si era piazzato sulla testa. Dopo qualche tempo non bastava più solo Justin per intrattenere il pubblico ed è così che il suo canale è diventato una piattaforma nella quale anche altre persone potevano contribuire con i propri contenuti. Torniamo al 2011, quando Justin TV diventa Twitch.tv, piattaforma creata all’epoca per seguire quasi esclusivamente stream di gameplay.

Cos’è Twitch?

Perdonate in nerdese che ogni tanto ancora si impossessa di me. Stream di gameplay, in sostanza, vuole dire che su Twitch possiamo vedere in tempo reale le sessioni di gioco di chi gioca ad un videogame. Ebbene si: un sacco di ragazzi e ragazze, tutti i giorni, passano ore su Twitch.tv a giocare ai videogiochi e a streammarsi mentre lo fanno e ancora di più stanno a guardarli. Ma non solo. Ogni video ha la sua chat, nella quale il gamer e i suoi follower possono scriversi e confrontarsi. Su questa piattaforma troviamo i più bravi gamers del mondo, che più sono bravi e più hanno follower, più hanno follower più devono continuare a creare contenuti per mantenere su di loro l’attenzione della propria community, e questo perché?

RLCS GIF - Find & Share on GIPHY

Quanto è free (o meglio quanto si paga) Twitch?

Come dicevo prima, non solo gli utenti stanno a guardare, ma pagano per sostenere i propri gamers preferiti. I modi sono diversi: ci sono le donazioni spontanee, solitamente tramite PayPal ma ci si può anche iscrivere a un canale, per seguire il proprio gamer preferito senza interruzioni pubblicitarie. In questo senso Twitch ha un po’ inventato un modo diverso di fare community: infatti all’interno di un gruppo che segue uno streamer, la visibilità dell’utente è proporzionale a quanto dona allo streamer. Questo autofinanziamento gratifica l’utente, al quale arriva qualcosa in cambio, anche perchè per netiquette lo streamer è solito ringraziare o salutare i suoi utenti più generosi (a meno che non sia nel pieno dell’azione del gameplay).

Streaming Make It Rain GIF by Tempo Storm - Find & Share on GIPHY

Cosa c’entra Amazon?

Nel 2014, tra i vari colossi interessati ad acquistare Twitch.tv, è Amazon ad avere la meglio. Da qui nasce Twitch Prime: chi ha un account Amazon Prime può collegare il suo account a quello di Twitch, ricavandone dei vantaggi, come ad esempio potersi iscrivere gratuitamente ad un canale a propria scelta.

Chi trovo su Twitch?

Ricordo che qualche giorno fa Camihawke si chiedeva se aprire un canale su Twitch ed è grazie a lei che ho ripensato a questa piattaforma. Se gran parte di Twitch.tv è ancora popolata da gamers, è anche vero che si stanno facendo spazio altre categorie, le più quotate al momento sono due: Arts, che chiaramente coinvolge artisti vari, ma soprattutto disegnatori e musicisti e Just chatting in cui ci si può ritrovare a discutere con un’intera community di politica, natura, filosofia, auto e moto e chissà quant’altro. La vera forza di Twitch, all’inizio, è stata individuare una nicchia, anche bella grande, ma soprattutto fare in modo di dotare questa nuova comunità dei giusti strumenti per poter essere in contatto gli uni con gli altri. Sono proprio questi strumenti, insieme ad altri punti di forza, ad aver permesso di espandere l’universo Twitch anche a chi non è un gamer, come Federico che abbiamo seguito qualche sera fa per il suo webinar su TikTok.