Instagram Reels. Si chiama così il nuovo prodotto che Instagram lancerà dappertutto (forse, se tutto va bene) per (cercare di) combattere l’esplosione indiscussa (eh, a dir poco) di TikTok tra i teenager di tutto il mondo. Qualche numero by Sense Tower: 1,5 miliardi di utenti mensili, di cui 122 milioni negli USA e 2,4 in Italia. Tantini.

Instagram non poteva proprio stare a guardare e si prepara alla battaglia con esattamente le stesse armi dell’app cinese, ovvero la possibilità di creare clip di 15 secondi impostati sulla musica, condividerli come Stories, con la possibilità di diventare virali in una nuova sezione di Esplora di Instagram: Top Reels. Mmh già, vi suona famigliare vero?

Zuck ha paura, ma non è la prima volta…

Okay, quindi proprio come TikTok, gli utenti di Instagram Reels potranno arricchire tutti i loro Reels scegliendo fra un vasto catalogo di canzoni o prendere in prestito l’audio di un qualsiasi altro video per crearne un remix.

Al momento l’app di Zuckenberg è disponibile solo in Brasile per testarne le funzionalità e si chiama Cenas. La scelta di questo Paese è, ovviamente, motivata: in primis, in Brasile, così come in India, TikTok non è ancora esattamente un tormentone; poi, è proprio lì che le Stories e la musica sono iper popolari, così come è molto sviluppata una grande cultura creativa. Qui si valuteranno gli effetti di Instagram Reels e nel caso di successo si penserà ad un suo inserimento anche nel resto del mondo.

Instagram-Reels-Screenshots

Se ci pensate bene, però, non è la prima volta che capita una cosa del genere… vi ricordate quando Snapchat stava letteralmente trionfando in tutto il mondo? Viaggio nel tempo: era il 2016. Il buon Instagram ovviamente se n’è accorto e non proprio a caso ha annunciato il lancio delle Instagram Stories, la funzionalità che permetteva per la prima volta di condividere su Instagram non solo foto, ma anche tutti i momenti della giornata sotto forma di mini video autodistruttivi… esattamente come avveniva su Snapchat! Bene, quanti ti voi hanno gradualmente abbandonato Snapchat per un uso esclusivo di Instagram? Già, perché dopo quella mossa pensate che l’app del fantasmino ha smesso di crescere per ben tre anni.

Leggi anche: Instagram vs Filtro Bellezza

Instagram Reels: due riflessioni

Le startup cinesi sono sempre state accusate di copiare le aziende americane e adesso? Instagram Reels lancia un grande segnale, ovvero che la clonazione è cominciata anche nella direzione opposta a cui tutti noi eravamo abituati. Certo Robby Stein cerca di difendere un minimo la posizione di Instagram, dichiarando che due prodotti esattamente uguali non possono esistere, e ancora, che condividere delle clip con un sottofondo musicale è “un’idea piuttosto universale”.

E in tutto questo copiare, la forza della nuova creatura di Zuck sta nel fatto che si stiano concentrando sul costruire un format che sia unico, ma unico per Instagram! Banalmente: praticamente tutti i nostri amici sono su Instagram. I nostri parenti. Gatti. Se con Instagram Reels, Instagram riuscirà a dare i suoi utenti qualcosa che adesso per forza di cose sono costretti a cercare altrove, succederà proprio come con le Stories ai tempi di Snapchat… l’unico problema stavolta è che il pubblico è diverso, perché chi è su TikTok non necessariamente è su Instagram e pertanto la sfida di Zuck è ardita: chi avrà la meglio?

Madelaine Petsch Riverdale GIF - Find & Share on GIPHY