Chissà quante volte qualcuno ti aggiunge su Facebook e tu ti ritrovi a pensare: “Ma che, ci vorrà provare?”. Il nostro caro Mark ha deciso di toglierci ogni dubbio: Facebook Dating è stato lanciato la scorsa settimana negli Stati Uniti e dal 2020 sarà disponibile anche in Europa. Dopo gli scandali, le proteste e la mega multa da 5 bilioni di dollari, il social cerca di sfruttare proprio la sua estrema conoscenza degli utenti, dovuta ai tantissimi dati di cui è in possesso, per fornire corrispondenze migliori e surclassare le app concorrenti come Tinder, Match e molte altre.

Come funziona?

L’app propone una serie di profili basati su fattori come: gli amici in comune (ma solo se la funzione è abilitata), l’appartenenza agli stessi gruppi, la partecipazione agli stessi eventi, la città di provenienza o l’università nella quale si ha studiato. Ufficialmente, Facebook afferma che i suggerimenti sui match vengono fatti sulla base di interessi, preferenze e altre cose che l’utente fa o guarda su Facebook.

Quindi chiunque abbia Facebook può vedermi su Dating?

Prima di tutto: Dating non ti mostrerà tra le persone proposte per un incontro i tuoi amici di Facebook: Per essere ancora più sicuri, si può anche scegliere di non includere nella propria lista gli amici di amici, così da essere (quasi) certi di non incrociare qualcuno di conosciuto, anche solo di vista. Inoltre, il tuo profilo non sarà visibile a chi non possieda un profilo Facebook Dating e non verrà visualizzato nel feed delle news. 

E gli ex?

Uno dei più grandi flagelli dell’umanità potrà essere facilmente evitato, selezionando in una specifica lista di utenti da bloccare tutti coloro i quali non dovranno mai e poi mai venire a sapere che possono vedere il tuo profilo. 

Si ma le altre app del mondo Facebook?

Dato che il nostro sempre caro amico Mark si è anche preso l’Instagram, con l’uscita di Dating negli Stati Uniti chi avrà un profilo potrà anche integrarlo con i post Instagram.

Come evito la friendzone?

Come schivare la terribile zona d’ombra della friendzone su un’app come Facebook che ti fa entrare in contatto con gli altri proprio chiedendo un’amicizia? Ma soprattutto, se qualcuno già mio amico su Facebook mi piace, come posso aggiungerlo anche su Dating? Ebbene, è possibile inserire fino a nove nominativi in una lista chiamata “Secret crush”, che può includere amici Facebook e presto anche follower Instagram. Se, e solo se, due persone saranno reciprocamente inserite tra le rispettive secret crush, l’app rivelerà l’interesse. 

Non bastava Tinder(Disagio)?

Facebook Dating vuole differenziarsi dalle altre app di dating utilizzando dati veri, creando relazioni basate su reali preferenze ed inclinazioni e non solo su ciò che gli altri vogliono farci credere di essere. 

Insomma, sembra che Mark sia deciso ad imparare dai propri errori ed investire in una nuova funzionalità per cercare di fare la differenza, intercettando chi usufruisce delle app di incontri per creare relazioni durature. 

E voi cerchereste mai l’amore della vostra vita tramite un’app?