Chi lavora a stretto contatto con le piattaforme di Zuckemberg si sarà reso conto di quanto possa essere difficile realizzare dei post ingaggianti.

Il classico formato quadrato ha stufato sia noi che i nostri clienti, per cui siamo sempre in cerca di qualche idea per rendere i nostri post innovativi e originali e fare in modo che non passino inosservati nel feed.

Ecco allora 10 formati di post che non conoscete o che non vi vengono in mente quando sarebbe il momento ideale di usarli!

Il post puzzle

Questo formato può essere molto ingaggiante in quanto incoraggia l’utente a interagire con il post, cliccandoci sopra i vari tasselli che lo compongono.

Provate a realizzarlo sia in formato verticale che orizzontale, è tutto un gioco di incastri!

Basko ha utilizzato questo formato un post di San Valentino un pò diverso dal solito.

Il post con tapping

Cercate l’effetto sorpresa! Ecco un formato da provare per sorprendere la community.

La forma c’è, ora dovete tirare fuori l’idea geniale per creare l’effetto WOW.

Nutella ha saputo come sempre sorprenderci per la festa della mamma.

Il post challenge

Volete testare il numero di buongiornissimo kaffè tra i membri della vostra community? Il post challege è quello che vi serve per farli scatenare a colpi di reaction, gif e canniolinii!1!!!1

Provate a lanciare una sfida legata al prodotto che il vostro brand offre, e che vinca il migliore.

Nota bene: meglio evitare di usare le reaction sad e grr, se non vogliamo un post colmo di tristezza.

Auchan lo ha utilizzato per trattare un tema molto delicato: la parmigiana di melanzane.

Se poi volete esagerare, invece che usare il formato statico, potete sperimentare con la modalità “sondaggio” offerta da Facebook. Qui potete vederne un esempio.

Il post effetto 3D

Giuro, non è come sembra! L’effetto che questo formato vi permette di ottenere è davvero sbalorditivo e vi permette di attirare l’attenzione anche dell’utente più distratto e frenetico.

Per realizzarlo partite da uno screen del feed e poi giocateci sopra con immagini statiche o elementi in movimento.

A2A Energia ci fa volare con questo post per la festa del papà!

Il post mosaico

C’è chi o ama e chi lo odia, ma il formato mosaico su Instagram resta uno stratagemma interessante quando si apre un nuovo profilo brand e lo si vuole rendere subito presentabile, senza troppa sbatta. Adatto anche al lancio di novità per creare teasing, ma da usare con cautela per evitare i defollow.

Esselunga ha usato il mosaico in apertura della sua pagina, se siete maniaci dell’ordine non guardate l’immagine qui sotto.

Il post slide show

Questo formato è già molto usato su Instagram, ma pochi hanno pensato di adottarlo con una sequenza logica tra le varie immagini, al fine di creare uno storytelling, o come a fatto Carrera un percorso (breve) alla scoperta del prodotto.

I post instant

Non dimentichiamoci dei post instant che sono pane per i social media manager di tutto il mondo. Cavalcando i trend del momento è possibile creare un post molto ingaggiante, che potrebbe raggiungere la tanto care “viralità”.

Non forzate l’idea però, creando un post banale solo per riuscire a seguire il trend. Potrebbe suscitare il risultato opposto, cioè unlike e haters a manetta! GOT ha generato una vera e propria gara di real time marketing, voi avete partecipato?

E ora che avete le basi per creare un post che spacca l’internet, scatenatevi!