Sono una Social Media Manager e mi sono messa a dieta. Sto parlando di DIGITAL DETOX.

La prima cosa che faccio al mattino (insieme al 70% della popolazione italiana) è allungare la mano verso il comodino e afferrare lo smartphone. Senza neanche alzarmi dal letto posso rispondere alle mail, controllare se fuori nevica, fare gli auguri di buon compleanno ad amici e parenti, ammirare il tramonto a Los Angeles, scoprire i migliori consigli per la mia beauty routine e ordinare la colazione su Glovo.

Per non parlare poi di cavetto e powerbank, sono sempre nella mia borsa. Ormai vivo con l’ansia di rimanere senza telefono. Sono talmente preoccupata dal ricaricare la batteria del cellulare, che spesso mi dimentico di ricaricare me stessa.

Siamo sinceri, la tecnologia ha davvero rivoluzionato le nostre vite. Oggi siamo in grado di fare tutto (o quasi), in qualsiasi momento, da qualsiasi parte del mondo. E di conseguenza la cultura dell’always on ha ridotto drasticamente i confini tra lavoro e vita privata.

Quante volte ti è già capitato di rispondere a una e-mail di lavoro durante la pausa pranzo o con le pantofole ai piedi? Con le vite frenetiche che conduciamo, è sempre più difficile mettere dei paletti, dedicarsi del tempo e rispettare veramente il mode off.

Abbiamo una “relazione complicata” con il digitale, che si insinua nella nostre vite fino a quasi monopolizzarle. Dobbiamo sforzarci di disconnetterci ogni tanto, per poterci riconnettere con noi stessi.

Come aumentare focus e produttività nell’era delle distrazioni digitali?

1. Prima dentifricio e cereali. Non controllare subito le notifiche, dedicati alla colazione, concediti un pezzetto di cioccolato fondente e il tuo podcast preferito, in modo da iniziare la giornata con la giusta carica.

🌟 PRO: spesso un like,  un commento o un messaggio possono influenzare negativamente il tuo umore (quasi peggio del monday mood) e diminuendo così la tua creatività. Recenti studi dimostrano che il 40% dei digital addicted risulta essere meno felice dopo aver letto gli status su Facebook.

2. Non affogare nel deep-web. E ok fare ricerche, ma non perderci più di 20-30 minuti, rimani concentrato. Ritagliati dei momenti di “update” sui mezzi pubblici, o al mattino prima di essere invaso dal fiume di e-mail, per leggere qualcosa di utile per la tua formazioni professionale e personale.

🌟 PRO: la chiave per il successo è focus-oriented, occorre porre le giuste energie nella vita personale e in quella lavorativa. L’obiettivo è quello di trasformare il concetto di time management, la superskill di oggi è imparare a gestire l’attenzione.

3. Niente smartphone dopo le 22,00. Scherzetto, mi serviva un titoletto d’effetto. Cerca di ridurre l’uso del cellulare poco prima di andare a dormire (con eccezione del weekend, lo sgarro è sempre concesso: Netflix e gelato direttamente da sotto le coperte). La luminosità dei display, le continue notifiche e i feed sempre pieni di notizie influenzano i ritmi del sonno e rendono più difficile addormentarsi.

🌟 PRO: se non vuoi sentirti uno zombi il mattino seguente, leggi un libro stampato per stimolare la mente ed evita gli schermi luminosi come se la tua vita dipendesse da questo, perché in realtà potrebbe essere davvero così. La carenza di sonno, così come una sua scarsa qualità, è collegata a problemi di salute.

4. Disattiva le notifiche push almeno mentre sei a lavoro. Le notifiche di social, app di messaggistica, email distraggono e interrompono continuamente le attività quotidiane.

🌟 PRO: limitare la digital distraction, ti permette di rimanere più concentrato. Ritagliati dei momenti ben precisi nei quali controllare le email per ottimizzare al meglio la concentrazione nel lavoro e limitare le interruzioni continue. Vedrai che produttività e creatività ringrazieranno.

5. Stop al multitasking: Sei in ufficio, ti stai occupando contemporaneamente di più progetti, squilla il telefono, arrivano tre nuove e-mail, il tuo capo ti chiama dal suo studio. Nel frattempo, nuova notifica di WhatsApp, un pensiero si fa strada nella tua mente: “devo fare la spesa, oggi esco presto”, intanto il tuo collega entra in ufficio per chiederti un consiglio, arrivano altre e-mail, il telefono che non smette di squillare, il capo che continua a chiamarti. E tu cerchi di fare tutto il più velocemente possibile. Congratulazioni, hai appena postato una parolaccia sul profilo di un tuo cliente, rendendo innocuo il SMM dell’Inps per la famiglia. Questa cosa che siamo più performanti se facciamo almeno tre cose contemporaneamente non è vera. PAROLA DI ESPERTA.

🌟 PRO: scrivi la lista dei to do giornalieri, assegna loro la giusta priorità, sfrutta la tecnica del pomodoro e mettiti all’opera. Non dedicarti a più attività contemporaneamente, fai meno cose, ma falle bene.

Che sia ben chiaro: io amo Internet, amo i social network e amo ciò che faccio. Trovo che il web sia una fonte d’ispirazione enorme: mi guardo attorno e vedo bellezza, professionalità e conoscenza.

Eppure rinunciare allo smartphone per qualche ora è possibile. E fa persino bene.

Mi sono ripromessa di cercare di non vivere le mie giornate distratta, perennemente in ansia e con la paura di perdermi qualcosa (chissà dove nel mondo). Voglio essere più presente e concentrata, in modo da dare il massimo e non sprecare più tempo che potrei investire per fare altro: leggere un libro, ammirare un tramonto o anche solo concedersi 3 minuti di vuoto, di pace, di silenzio.

La digital detox serve sempre, allontanarmi un pelo dai social mi dà la carica. Ora mi sento pronta per vivere FUORI, fuori dal Funnel.