Vi dico solo tre parole. Party, Account e Instagram.

Vi svelo una novità di cui non si fa altro che parlare.

Instagram addicted mi rivolgo a voi. Se amate incondizionatamente il social network fotografico per eccellenza, di certo non vi sarete persi l’ultima news. Si tratta di un trend nato di recente tra i teenager di Los Angeles, allargandosi su tutta la East Coast.

Party Account Instagram
Cos'è?

Di cosa sto parlando?

Party Account Instagram.

Il nuovo modo di usare Instagram, creativo e innovativo come solo la Z generation si poteva inventare. Quindi se hai meno di 25 anni, vivi in L.A. e sei nato con lo smartphone in mano, sicuramente gli inviti alle feste più esclusive non li riceverai via e-mail, Whatsapp o su Facebook, ma direttamente su Instagram.

Come funziona Party Accouny Instagram?

Come funziona?

Meno di un anno fa, in alcune scuole della California, gli studenti hanno iniziato a creare degli Instagram Account privati per organizzare e invitare gli amici alle feste.

Nel giro di poco, il fenomeno è esploso sui social network, trasformando gli account in una sorta di website, dove gli organizzatori postano regole, informazioni e dress-code, dove raccolgono adesioni e contenuti, tanto da riuscire a sviluppare uno storytelling partecipativo.

Non sono sicuro di aver capito

Ancora non hai capito?!

Hai un party da organizzare ma non sai come fare? Non perderti nella banalità di un messaggio multiplo. Crea un nuovo account Instagram, proprio come i giovani americani, scegliendo un naming che includa la data della festa.

Come si crea un Party Account Instagram?

Quali sono le regole?

Account privato, bio dettagliata (regole da seguire, clausole da non violare e dress-code da rispettare), data e/o ora ben visibile, ed infine location segreta.

I Party Account Instagram ricordano i Facebook Group. All’interno si crea una vera e propria community, uno storytelling partecipativo e una serie di UGC. Una innata social media strategy con l’intento di aumentare awareness.

Ebbene si, in cambio di condivisione e creazione di IG stories e post, gli organizzatori promettono agli invitati free drinks, gadget o contenuti speciali.

Per partecipare alla festa, occorre ricambiare il follow, raggiungere l’età minima (e massima) consentiva, appartenere a una determinata scuola ed infine – postilla a fondo pagina – seguire gli account degli organizzatori, se non desiderano rimanere nell’anonimato.

“If we accept you [as a follower], you can come, if we follow you back that means we want you to come”

Alcohol

Ma l’alcol c’è?

Per destare curiosità e far sì che la gente parli dell’evento, la location del party è segreta fino a un’ora prima l’inizio della festa.

Giunta l’ora X, ci si incontra, si mangia, si beve, si gioca, si balla, si parla, ci si rilassa, ci si diverte e ci si fa un tuffo in piscina.

Please

Ti prego, dimmi che è gratis.

In realtà no, i Party Account Instagram si sono trasformati in una nuova fonte di business, dove i giovani invitati devono pagare una cifra all’ingresso per partecipare ai party più esclusivi.

Così gli organizzatori riescono a portare alla festa Dj, comprare follower per aumentare visibilità ed engagement e per dimostrare agli altri quanto sia popolare il party. A fine serata, riescono persino a guadagnare un bel po’ di dollari. È una sorta di discoteca, ma con un social plan molto più interessante.

I genitori non escono più a cena, a scuola è improponibile, nei locali non è la stessa cosa. E adesso? Arriva in soccorso Airbnb. Basta affittare un appartamento per un’intera notte, creare un account Instagram, raccogliere una community di invitati, curiosi e appassionati, ideare una social media strategy e programmare un piano editoriale.

George Clooney

“No Instagram. No Party” diceva George Clooney

Ci sono feste ogni weekend. Ok, forse non saprete  sempre di chi è il compleanno, chi l’ha organizzata, perché siete stati invitati, ma state tranquilli, ci sarà di certo un Party Account Instagram per spiegarvelo.

Gli account privati di Instagram sono perfetti per nascondere il tutto ai genitori, alla scuola e, se servisse, anche alla polizia. Oltre a preservare l’anonimato, hanno un vantaggio rispetto ai Facebook Events. Non è necessario creare una nuova lista di invitati, possono essere riutilizzati per più eventi, senza dover ripartire da zero con follower e feed, basta semplicemente cambiare nome e continuare a pubblicare contenuti, raggiungendo direttamente gli amici.

Pay attention

Ad essere sinceri, ci sono anche alcuni teenager che creano Party Account Instagram solo per far crescere rapidamente i propri follower, senza organizzare davvero una festa.

È il modo migliore per far parlare la gente.