Conoscere il comportamento umano e in particolare il modus operandi di un potenziale cliente, aiuta a creare contenuti mirati e accattivanti. In un certo senso serve a provare un senso di empatia con lui.

Come capire il cliente? Ci proviamo oggi, anche senza laurea in psicologia!

Il marketing o la comunicazione in generale da sempre si intersecano e si influenzano con la psicologia. Ma tranquilli, non dobbiamo prendere una laurea in psicologia per fare il copywriter o operare nel settore della comunicazione!

Marketing, content marketing, SEO copywriting, social media marketing e blogging sono tutti pezzi dello stesso minestrone che si chiama conversione. E allora che cosa dobbiamo conoscere?

I bisogni del cliente in primis e in generale come egli ragiona. I principi della psicologia del marketing ci insegnano che il cliente ama informazioni semplici e non il caos.

Nel 2013 una ricerca Microsoft indicava che la soglia di attenzione dell’utente è limitata a massimo 8 secondi. Di conseguenza, i contenuti complicati vengono difficilmente assimilati e ricordati. La soluzione?

  • Se il prodotto è complesso, spiegalo per passaggi
  • Prediligi copy corti a copy più lunghi
  • sottolinea le parole chiave con gli #

Anche la scelta dei colori è importante!

Perché Facebook è blu e Twitter è azzurro? La psicologia del colore dice che i comportamenti umani siano influenzati dai colori. Infatti ogni colore ha un determinato scopo e deve essere usato al momento giusto e nel modo giusto.

Ritornando alla domanda del perché Facebook sia blu e Twitter azzurro…la risposta è che quel colore inspira lealtà e fiducia. Il rosso, invece, indica energia e passione (Pinterest vi dice qualcosa?), il giallo (Snapchat) attenzione e vivace ottimismo.