Squadra che vince non si cambia!

Un’onda fashion invade l’aula magna della Scuola di Management ed Economia dell’Università degli Studi di Torino, si parla di moda e lo si fa con un certo stile: quello MARKETERs, ovviamente.

Gli ospiti, addetti ai lavori del settore, rappresentano due brand del mondo della moda molto lontani tra loro ma, senza dubbio, accomunati da un grande successo. Adidas e Falconeri raccontano le proprie esperienze declinandole su un target ben specifico, la generazione dei millennials, focus dell’evento.

24785278_362083560918194_2306094872097979978_o.jpg

Adidas: quando lo sport ha il potere di cambiare la vita delle persone

Il primo ospite è Tommaso Saronni, Director, PR & Digital di adidas (Newsroom Italy); che per la sua giovane età può quasi definirsi un veterano dell’azienda: 12 anni di carriera maturati ricoprendo cariche importanti nel settore marketing, per poi approdare alla sua attuale posizione.

Dal suo intervento, attenta analisi della generazione y, traspare tutta la passione genuina per il suo lavoro, che egli stesso definisce il motore grazie al quale un laureato in astrofisica è arrivato al ruolo che oggi ricopre.

“Il millennial è un navigatore del ventunesimo secolo: veloce, si sposta continuamente sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da scoprire, un cittadino globale che vive influenzato tanto dal P2P quanto dalle community della rete; immerso in un mondo di convergenze, tra media e cultura, tra sport e community, dove il confine tra online e offline non esiste” 

Tommaso Saronni

Falconeri: il classico che non vuol dire “antico”

Il secondo intervento è invece condotto da Sabrina Ciamba, Retail Area Manager di Falconeri. A lei spetta la definizione delle strategie del brand ed è proprio dall’evoluzione di queste ultime che inizia il suo discorso.

Tra le novità del 2017, racconta, sono stati messi a punto degli interventi mirati sul local, studiati ad hoc dall’ufficio comunicazione appena istituito. Falconeri è un brand forte che sta iniziando ultimamente ad affacciarsi al mondo delle generazioni più giovani, come per l’appunto quella dei millennials, al centro della discussione della giornata. La sfida sembra ardua, ma la manager, che torna nell’università dove ha studiato guardando l’aula da un’altra prospettiva, non si perde d’animo e usa già il suo pubblico per una piccola ricerca di mercato.

Intanto, il brand si prepara per l’ormai prossimo approdo all’estero, sempre attento anche ai flagship stores in giro per l’Italia.

fiorenz

SalvaSalva