photo_2017-11-06_15-37-36

di Alessandra Nicolosi

Se il mondo del lavoro ti sembra uno scenario da “galassia lontana lontana” pieno di pianeti sconosciuti e buchi neri. Se immagini il tuo capo più simile a Palpatine che ad un essere umano capace di pietà, keep calm: ho dei buoni consigli per te.

Giovedì scorso sono stata alla quarta edizione de Le Nuove Professioni Digitali, evento organizzato dal corso di laurea magistrale in Comunicazione, ICT e Media in collaborazione con Fuori dal Funnel in cui diversi esperti del settore digital ci hanno raccontato il loro percorso lavorativo. Ho scoperto che non servono spade laser multicolor per diventare dei #jedidigitali a tutti gli effetti, ma ciò che conta più di tutto è la voglia di mettersi in gioco e fare tesoro di tutte le esperienze.

Quindi, per cominciare a volgere l’ago della bussola verso il Nord e orientarti verso il tuo futuro lavorativo, ecco i 10 buoni consigli che gli esperti ci hanno dato per scoprire la forza che è in noi:

1. Non esistono regole per comunicare: la creatività fa sempre il suo gioco.

Leggi i manuali, ascolta gli esperti e naviga nell’Internet, ma poi metti in discussione e rielabora. Marco Quadrella, consulente presso Search On, agenzia di digital marketing del bolognese, ci parla di coscienza critica. Non sto blaterando di concetti filosofici astrusi, ma della consapevolezza che ognuno di noi deve avere per adattare le informazioni che arrivano dall’esterno per svolgere al meglio il proprio lavoro e farlo nella propria personale maniera. Solo così verrai premiato e apprezzato per il valore aggiunto che comunichi.

2. Stay hungry, stay foolish, ma stay anche curious. 

Mettersi alla prova al 100% non è una banalità. Richiede coraggio, impegno e voglia di uscire fuori dai propri schemi (o da quelli degli altri). Per questo motivo, Riccardo Esposito, freelance founder di MySocialWeb e autore di diversi libri, ci ha insegnato che aprire un blog può essere un punto di partenza per cimentarsi e imparare scrivendo di argomenti che ti appassionano. A questo proposito, le ragazze di Fuori dal Funnel hanno lanciato una call per tutti coloro che sentono la forza scorrere potente in sé: se ti piace scrivere, aggiungi tanta voglia di metterti in gioco, passione q.b. e un pizzico di ironia: il team ti sta aspettando

72h_4A0MaEWnAKwkSHUoGTVrhDR1SsixCqLJxc8rCKN3QKlY1lEij3v5hCvYFq_js92IrQ=s2048.png

3. Non aver paura di cambiare la tua rotta

Qualcuno direbbe che le vie del Signore sono infinite, io direi che non sai mai dove ti porta la vita. In qualunque modo lo si voglia spiegare, la storia di Ariele Canuto ne è la testimonianza tangibile. Con un background presso importanti agenzie di comunicazione, il suo percorso termina in dolcezza: nel 2008 entra in società con amici di vecchia data nella gestione della Torteria Berlicabarbis, istituzione torinese per abbuffate di dolci senza precedenti che ha da poco aperto il terzo locale in città. La sua storia ci insegna che seguire le proprie passioni non può che portare a qualcosa di buono, complici sono il coraggio di lasciare qualcosa indietro e di provare l’ebbrezza di un salto nel vuoto.

4. Non sai come rispondere? Il maestro Yoda lo fa per te. 

Si sa, gli haters sono una brutta bestia. Ma se diventassero una risorsa? Così è stato nel caso di Fondazione Sandretto Re Rebaudengo che, per mano del suo ufficio stampa Silvio Salvo, ha escogitato un particolare sistema per affrontare la crisi: la creazione di Ioda Ioda, una pagina Facebook ad hoc per rispondere alla negatività. Yoda diventa protagonista lasciando commenti dalla sintassi al rovescio che non lasciano spazio alla replica. Il risultato? Lo spiazzamento dell’hater. Vedere per credere.

giphy (6).gif

5. Ogni cosa è misurabile

Lo sai qual è il pane quotidiano del Digital Strategist? Studiare, capire e misurare. Ce lo ha spiegato Marco Quadrella parlandoci della sua professione, insistendo sul fatto che per apportare valore all’organizzazione per cui lavori e far sì che la tua attività venga apprezzata, devi sempre misurare i risultati che raggiungi. D’altronde, se anche Luke ha imparato a misurare la sua Forza, tu non avrai nessun problema.

6. Sbagliare non è un errore

C’è differenza tra chi ha fatto 0 e chi ha fatto 0,1 (cit. Marco Quadrella) e le aziende lo sanno. Quindi sperimenta, cimentati e cogli tutte le occasioni al volo, ma impara anche a sbagliare: solo attraverso l’errore potrai migliorarti e arrivare preparato al mondo del lavoro. Ricorda: se la paura è la via per il Lato Oscuro, l’errore ti insegna a vincerla, che è cosa buona e giusta per dei newbie come noi.

7. Sii un agente del caos

Oltre a scoprire che è più facile pronunciare “tigre contro tigre” che Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, abbiamo appreso che l’ispirazione di Silvio Salvo per la sua comunicazione unconventional arriva da un villain. Questa volta non è Dart Fener, ma il Joker che parla di se stesso come di un agente del caos: “e sai qual è il bello del caos? Il caos è equo”. Silvio fa riferimento a questo quando parla del suo modo di comunicare: a livello social dovremmo essere tutti degli agenti del caos perché, se il caos è equo, allora la comunicazione è per tutti.

giphy (3).gif

8. L’importanza del personal Branding

Per un freelance come per qualsiasi professionista, far diventare il proprio nome sinonimo di qualità è di fondamentale importanza, ed è per questo che esiste il Personal Branding. Lo sapevi che la passione può diventare il tuo curriculum? Basta con i CV formato Europass, smettila di googlare “come scrivere un cv perfetto e sbaragliare la concorrenza”, e agisci: apri un blog, elabora dei contenuti che raccontino le tue passioni e un giorno le aziende ti chiederanno di fare la stessa cosa per loro, come è successo a Riccardo Esposito.

9. Credi in quello che fai come Leila crede nella ribellione

La tecnica può essere insegnata, la passione no. Quella devi coltivarla giorno per giorno, annaffiarla come una pianta e aspettare la primavera per vederla fiorire. Come si fa? Bisogna crederci. Credere nel progetto che stai sviluppando, ma anche in te stesso e nelle tue potenzialità. Quindi raddrizza la schiena, alza lo sguardo e pensa positivo!

giphy (5)

10. Divertirsi, sempre e comunque

Il mantra di tutti i mantra: se fai quello che ti piace, allora ti divertirai e potrai lavorare anche il 25 dicembre e non sentirti in colpa coi parenti. È questo il piccolo segreto per riuscire a gestire tutto, lo sanno anche gli Stormtrooper.

giphy-downsized-large.gif

 

CHI SONO?

WhatsApp Image 2017-11-06 at 14.57.07

Alessandra NicolosiCuriosa e appassionata dal 1992, nasco e cresco in un vivace quartiere della periferia torinese. Adoro parlare, sapere e vivere circondata da gente in ogni dove. Amante del cinema in tutte le sue forme, oggi mi sento un’aspirante comunicatrice e digital media strategist con un occhio di riguardo per le persone.