INSTAMEETdi Giulia Martinengo

Cinque mesi fa entravo a far parte dell’associazione Igersitalia, che rappresenta la fusione perfetta tra fotografia, social network e gite fuori porta alla scoperta delle bellezze del territorio italiano. Tutto ciò che più amo racchiuso in un’unica grande community che, attraverso il Visual storytelling, Challange e Meeting fotografici, racconta e promuove il patrimonio unico ed inimitabile che contraddistingue il nostro Bel Paese.

Sono entrata a far parte della community in qualità di Local Manager di IgersAsti con due ruoli principali: repostare fotografie che ritraggono il territorio astigiano e organizzare periodicamente gli #Instameet, ovvero appuntamenti che ruotano intorno ad un determinato tema o passeggiate fotografiche, che nascono con l’obiettivo di raccontare un aspetto particolare del proprio territorio e di conoscere personalmente gli altri Local e chiunque sia interessato alla nostra attività. Spesso l’organizzazione degli
#Instameet richiede tanto impegno e pazienza (ma si dice Igers o Aigers? Ma chi siete? Da dove venite? Dove andate?), ma non c’è soddisfazione più grande nel vedere i partecipanti soddisfatti per il lavoro svolto e nell’ammirare successivamente su Instagram le meravigliose fotografie scattate durante la giornata.

IMG_20171017_144012_802

Grazie al ruolo di Local Manager, ho imparato a conoscere un po’ di più la mia città che ho sempre trascurato perché, si sa, l’erba del vicino è sempre più bella, no? E così gli #Instameet sono stata l’occasione irripetibile per immedesimarmi nel ruolo di un semplice partecipante anziché dell’organizzatore, ammirandola con gli occhi del turista e non di chi ci vive da sempre. L’associazione IgersItalia mi ha permesso di scoprire intimamente la mia città e nuovi affascinanti territori a due passi da casa, e di
stringere amicizia con persone che condividono le mie stesse passioni.

IMG_20171017_144027_665

Il primo #Instameet italiano è stato organizzato a Modena nel 2011 e, da allora, se ne sono susseguiti molteplici in tutta Italia, vantando ciascuno dai 30 ai 50 iscritti, segnale che la combinazione fotografia, social network e territorio è assolutamente vincente. L’ultimo evento Igers al quale ho partecipato è stato organizzato da IgersVerbaniaIgersTorino alla scoperta di Stresa e delle Isole Borromee. Mettete una cornice montuosa che si specchia nelle acque del lago che cullano le Isole Borromee, dei verdeggianti percorsi naturalistici e dei lussuosi hotel in stile liberty, ingredienti perfetti per trascorrere una piacevole giornata in una delle mete più gettonate del Lago Maggiore. Il programma prevedeva la visita al Palazzo Borromeo dell’Isola Bella e al parco di Villa Pallavicino, e poi ci sarebbero ancora la vicina Villa Taranto, le
altre magnifiche Isole, le cittadine di Intra e Cannero, e, perché no, la Svizzera, raggiungibile in soli 40 minuti di battello o in un’ora di auto. Ma questa è tutta un’altra storia, e chissà che i nostri amici Igers non organizzino un’altra splendida giornata come questa da trascorrere in compagnia! E voi, non siete ancora
iscritti all’associazione?

Io-1024x683

Sono Giulia, una sognatrice coi piedi per terra, emotiva e razionale, testarda e accondiscendente, sensibile e diversamente romantica, introversa e vivace. In una parola sola, contraddittoria. Sono tante personalità insieme, ma tutte unite da un’unica passione, viaggiare. Sono curiosa, mi meraviglio dinanzi a qualsiasi cosa, ed è da qui che nasce The Sense of Wonder il mio blog .