visual storytellerdi Elisabetta Molli – mollibet

Raccontare storie è un’arte. Riuscire a farlo nei modi più disparati è genialità.

Un tempo tutte le favole iniziavano con “c’era una volta”, ma domenica ci hanno raccontato cosa c’è oggi e cosa si sta evolvendo. I racconti oggi possono essere fatti di parole, ma anche di foto, sono passioni che si trasformano in progetti condivisi da migliaia di persone provenienti da tutto il mondo che sognano con noi. Proprio di questo si è parlato durante l’evento Visual Storyteller #InTheCity: Torino Graphic Days è digital, organizzato da Torino Graphic Days al Campus San Paolo.

Cover Yamgu

Silvia Virgillo, fondatrice della pagina Lettering da Torino grazie ai suoi studi di design racconta la storia delle città attraverso le insegne storiche. Grazie anche ad altri collaboratori da tutta Italia è riuscita a creare una rete che vanta ben 12 community, una per ogni città: TORINO MILANO GENOVA MATERA VENEZIA ROMA FAENZA JESI TRIESTE LECCE MODENA PARMA. Il loro è un lavoro minuzioso, sembrerebbero dei veri e propri custodi del lettering: digitalizzano tutti i caratteri delle insegne che spesso vengono sostituite con cartelli moderni perdendo le tipografie storiche.

17505379_1220826474699864_5157573044237305020_o

Ester Liquori di Yamgu, la guida viaggi digitale per rimanere sempre aggiornati sugli eventi della città. Viaggiare è sempre stata la sua passione ed ha deciso di raccontarli non con un semplice blog, ma con un’applicazione che aiuti tutti i backpackers a trovare la strada giusta.

14938346_1765332777063549_8982390727229797758_n

Stefania Soma AKA Petunia OllisterC’era una volta un topo da biblioteca che lavorava nella conservazione di beni fotografici. Il topolino però dovette lasciare i suoi scaffali impolverati e mentre vagava alla ricerca di una nuova occupazione scoprì Facebook e cambiò nome in Petunia Ollister. Così, mentre un giorno faceva colazione leggendo un libro, notò che la tazza aveva lo stesso colore della copertina. Decise di scattare una foto, poi un’altra e un’altra ancora facendolo diventare un  appuntamento #bookbreakfast per 22 mila persone che si ritrovano a discutere con lei di libri, di cibo e di caffè.

WhatsApp Image 2017-10-03 at 13.08.22

Igers Torino, rappresentati da Dominique Bisanti ci hanno raccontato di quanto sia importante creare dei momenti di incontro con i ragazzi che seguono la pagina. Qual è la prima cosa che fate quando sapete che visiterete una nuova città? Io sempre più spesso uso Instagram anche per fare questo tipo di ricerche. La community degli Igers ormai è presente in tutto il mondo e rende sempre più facile viaggiare virtualmente in città lontane.

RoundAbout possiamo quasi definirli come degli agenti letterari: leggono una storia, trovano lo scrittore e lo aiutano a valorizzare la sua opera nel modo migliore. In realtà si occupano di influencer marketing, aiutano i micro influencer, quelli che operano sul territorio a dare un valore ai loro contenuti e un’azienda che sia interessata.

22207226_1456625601057616_1715923608_n

Pixide si presenta come il competitor di Instagram. Non siete stufi di cadere nel dimenticatoio della bacheca principale di Instagram? Loro vi danno un motivo in più per caricare i vostri contenuti sulla loro piattaforma: contest tematici che mettono in competizione due foto in modo tale che vinca davvero il migliore!

22179922_1902384666756235_8719036202034482107_o.jpg
da @torinographicdays

 

Foto copertina di Giacomo Sandolo.