Crowdfunding

di Elisabetta Molli – @mollibet

Qualche mese fa mi sono fatta un regalo, un bel libro con parole stupende ed illustrazioni magnifiche. Un libro di STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI – 100 vite di donne straordinarie.

Dallo scaffale sembrava gridasse “si sto parlando con te!” così ammaliata dalla miriade di colori ho ceduto ed ho scoperto un mondo dietro quella copertina così giocosa.

IMG_4867

Ognuna di noi in fondo si sente un po’ ribelle, anche se non siamo più delle bambine, lo siamo state e come le protagoniste del libro abbiamo sognato di diventare ballerine, ufologhe, archeologhe avventuriere come Indiana Jones o “semplicemente” giornaliste. Con le parole più semplici che si possano trovare le autrici Elena Favilli e Francesca Cavallo hanno raccontato le eroine del passato, ma anche di oggi accompagnandole con illustrazioni meravigliose per un progetto tutt’altro che banale.

Teoricamente per bambini, il libro è solo un pretesto per trasmettere coraggio, forza e rispetto alle bambine ribelli, ma anche insegnare ai bambini l’uguaglianza tra i sessi in tutto il mondo, è stato infatti tradotto in 12 lingue.

“Ciascuna delle storie raccolte in questo libro dimostra il potere insito in un cuore pieno di fiducia: è un potere in grado di cambiare il mondo”

Nella prefazione le autrici scrivono “ciascuna delle storie raccolte in questo libro dimostra il potere insito in un cuore pieno di fiducia: è un potere in grado di cambiare il mondo”e mi piace pensarlo perché questo libro non è fatto solo dalle autrici e dalle illustratrici, ma anche da tutte le persone che hanno creduto nel progetto fin dall’inizio partecipando al crowdfunding.

Si avete capito bene, tutto è iniziato così, sul web, grazie al  crowdfunding cioè la raccolta fondi tramite Internet. Si tratta infatti di piccoli contributi donati da gruppi molto numerosi (da crowd = folla) che intendono sostenere un’idea o un progetto innovativo. Il libro è stato pubblicato grazie ad una campagna su Kickstarter, un famoso sito di crowdfunding, ottenendo 675mila dollari (circa 638mila euro) da oltre 13.400 persone tutte rigorosamente nominate nella hall of fame.

Siete ancora convinti che il web non serva a nulla?

Vedendo cosa sono riusciti a creare dal nulla persone che non si conoscono, ma che hanno sostenuto la stessa idea rimango davvero stupita e grata a chi ancora oggi, anche se tramite il web, dà una speranza anche ai piccoli sognatori (ribelli).