Un’agenzia di comunicazione è fatta di persone, computer e soprattutto di idee.

Idee a volte confuse, assurde, impossibili.

Per fortuna ci sono dei supereroi, almeno così li definisco io, che riescono a trasformare le idee in realtà.

Jacopo Boggione è un supereroe, uno dei graphic designer di Quattrolinee, lo studio di comunicazione specializzato nella progettazione di identità visive.

A 22 anni è il grafico più giovane dello studio, appena pochi mesi dopo la laurea in Graphic Design e comunicazione visiva allo IED ha iniziato a lavorare qui come tirocinante.

Mi ha raccontato la sua esperienza da universitario a lavoratore in poco tempo (fortunatamente!) e ci siamo fatti dare qualche consiglio utile. Per esempio: come si diventa un fioraio professionista?

“Ma la forchetta era tua?”

Sì, la prima domanda in realtà l’ha fatta lui a me, perché l’ho intervistato mentre lavava i piatti, ma questo non è importante. Iniziamo!

Quando ti sei laureato?

Mi sono laureato il 30 giugno e ho iniziato a lavorare il 28 agosto.

Avevi già lavorato prima?

No, avevo il CV vuoto. Ho partecipato ad alcuni progetti durante lo IED, ma lavorativamente parlando niente. Non è stato un problema nel mio caso però, perché per le posizioni per cui facevo domanda, cercavano persone da formare.

Vi fanno fare delle collaborazioni già all’interno dell’università quindi?

La tesi che facciamo è quasi sempre legata ad una committenza esterna, ad esempio io ho lavorato sul progetto di Retro super future, marchio indipendente di occhiali da sole di Milano. Spesso hai l’opportunità di partecipare a concorsi e workshop con persone rilevanti nel mondo della grafica. Io ho conosciuto per esempio Francesco Franchi, famoso per l’inserto di repubblica, il e infografiche.

3351384576_b6b3e1fe36_z
Infografica sul mercato delle biciclette di Francesco Franchi – IL Il maschile del Sole 24 ORE  N°07

 

 Una volta terminato il percorso di studi puoi essere direttamente inserito nel mondo del lavoro?

Secondo me si, dipende però anche da che persona sei e che network sei in grado a crearti. Se sei una persona molto espansiva, attraverso il workshop crei il contatto. È facile diventare amici perché sono tutte persone molto giovani ed entrare in confidenza non è un problema.

Mi è stato molto utile che ci fossero queste giornate di incontro con professionisti piemontesi e lombardi in cui fai una decina di colloqui al giorno, spesso non ti prendono in considerazione, ma comunque crei il contatto.

Insomma la scuola ti aiuta ad inserirti nel mondo del lavoro, ma dipende poi dalla persona, riuscire a sfruttare al meglio le occasioni che gli vengono date.

Qual è il tuo ruolo all’interno dello studio?

Ho iniziato come stagista, ora sono apprendista. Sono un grafico junior, molto junior.

Quanto è importante l’inglese nel tuo lavoro?

È importantissimo quindi o lo impari o devi sperare di lavorare con persone che lo conoscono molto bene!

Consigli per chi vuole fare il grafico?

Non lo fare. Se ti piace farlo, fallo, ma se vuoi fare il fioraio, fai il fioraio.

Deve essere una passione insomma, non devi vederlo come un lavoro e basta perché devi essere assetato di sapere, è una formazione che non finisce mai!

Hai uno stile in particolare?

Non puoi avere uno stile ben definito quando lavori in un’agenzia perché devi essere in grado di adattarti a tutti i lavori che ti vengono assegnati.

Dove prendi ispirazione? Usi i social?

Instagram un sacco. Pinterest, più cresci però, meno lo usi secondo me. È diventato il ritrovo delle “hipsterate”. Utilizzo Behance per prendere ispirazione dai lavori di altri grafici, ma anche blog indipendenti come Bpado e Visuelle.

Poi la prima reference è la vita reale, la vita che ti colpisce, tipo mattone in testa.

be
Behance di Quattrolinee

Tra una forchetta e l’altra Jacopo mi ha raccontato la sua esperienza come solo lui sa fare. La sua simpatia e il suo stile unico e folle.

Forse un po’ come quello di un fioraio?! Non credo, le sue composizioni sarebbero state però sicuramente degne della regina di cuori di Alice nel Paese delle Meraviglie.

IMG-20170414-WA0012